SONO UN PROFESSIONISTA IN ODONTOIATRIA

In ottemperanza con quanto previsto dalla normativa vigente, dichiaro sotto la mia responsabilità di essere un professionista del settore odontoiatrico e di essere pertanto autorizzato a prendere visione del contenuto presente in questo sito internet.

Premium Kohno

Un kit, quattro sistemi, molti vantaggi

Download
L’impianto dentale più versatile del mercato:
le tre diverse emergenze coronali, combinate alla possibilità di scegliere
una morfologia endossea conica o cilindrica, consentono di trovare la
soluzione ottimale per ogni situazione chirurgica.
Gli impianti Premium hanno morfologia prevalentemente cilindrica, con andamento conico solo nel tratto apicale.
Gli impianti Kohno hanno il medesimo profilo cilindrico degli impianti Premium nella porzione più coronale, e presentano invece un profilo conico nella parte centrale e apicale; tale conicità è maggiore al crescere della lunghezza implantare.
La differenza di morfologia fra impianti Premium e Kohno è più chiaramente avvertibile negli impianti di lunghezza superiore a 10 mm.

Entrambi gli impianti presentano le seguenti caratteristiche comuni:

Filetto con passo di 1 mm, con profilo conico in direzione apicale e convesso in direzione coronale. Queste caratteristiche aumentano la stabilità primaria ed evitano traumi all’osso dopo il carico.


Il disegno delle tacche apicali, l’angolo di taglio e la diminuzione progressiva del diametro del core dell'impianto aumentano la capacità di penetrazione della fixture nell'osso, garantendone una ottima performance in tutte le tipologie di osso.
Supportato da 12 anni di studi scientifici.

Video

Direct Prosthetic Framework

Direct Prosthetic Framework

Full arch inferiore con tecnica DPF su P.A.D. e impianti Premium

Full arch inferiore con tecnica DPF su P.A.D. e impianti Premium

Caso clinico con impianti Kohno switching platform

Caso clinico con impianti Kohno switching platform

Caso clinico con impianti Kohno

Caso clinico con impianti Kohno

Una volta scelta la morfologia endossea, il clinico può avvalersi  di 3 diverse emergenze coronali, senza dover cambiare kit chirurgico o tecnica di inserimento.

STRAIGHT
Il classico profilo diritto per le situazioni di spazi coronali ristretti. 
Il primo tratto, di 0.8 mm, è liscio, per garantire una porzione più difficilmente aggredibile e colonizzabile dai batteri.
SWITCHING PLATFORM
Un bevel di 0.5 mm si allarga progressivamente dall’emergenza/dal core, per poi tornare al diametro nominale dell’impianto a livello della connessione. La piattaforma di connessione è identica a quella degli impianti con profilo Straight.
TG (transgingival)
Il profilo di emergenza della porzione transmucosa è disegnato nel rispetto dei principi biologici, e al tempo stesso permette una gestione dei tessuti molli estremamente semplice. La spalla di appoggio protesico a 30° ottimizza la connessione con le sovrastrutture e distribuisce in maniera uniforme il carico protesico.


PROCEDURA CHIRURGICA MOUNTLESS
La procedura chirurgica prevede l’inserimento degli impianti tramite utilizzo dell’Easy Insert, un driver il cui disegno brevettato previene l’eventuale deformazione della connessione anche a torque di inserimento elevati e facilita la rimozione dello strumento. L’Easy Insert, che si utilizza con tutte e tre le emergenze coronali, consente inoltre un’ottima visibilità intraoperatoria. 

Connessione ad esagono interno

Tutte e tre le emergenze coronali sono caratterizzate da una connessione ad esagono interno profonda 2 mm.
Negli impianti Straight e Switching Platform l’esagono è stabilizzato da un collarino sovrastante la piattaforma che contribuisce anche ad una corretta distribuzione delle forze, che in questo modo vengono scaricate su tutto il perimetro impiantare.

Negli impianti TG l’esagono interno è ugualmente stabilizzato da un sovrastante tratto cilindrico interno, sopra il quale è presente un cono che favorisce il sigillo e aiuta a prevenire lo svitamento delle protesi. Un ampio bevel a 30° funge da spalla di appoggio per la protesi.

Shorty

Gli impianti Straight, Switching Platform e TG sono disponibili anche in versione SHORTY ideali per le creste dalle altezze ridotte e in tutti i casi in cui sia preferibile non effettuare un protocollo di rigenerazione. Per gli impianti Shorty è previsto un apposito drilling kit dedicato, con frese dalla punta ridotta e lunghezza totale più corta rispetto alle frese standard, molto utile anche in settori distali di difficile accesso o con pazienti con scarsa apertura orale.

UN SOLO KIT, MOLTE POSSIBILITÀ

Un solo kit implanto-protesico con cui poter collocare tutte le versioni dell’impianto Premium Kohno: i vantaggi di questa soluzione sono molteplici, dall'amplificarsi delle possibilità di scelta di morfologia implantare, alla disponibilità di diversi concept protesici.
Gli strumenti sono disposti secondo un percorso guidato, e le sequenze di utilizzo sono indicate da tracce colorate che seguono gli stessi codici colore secondo cui vengono identificati i dischetti porta impianti nelle fiale e la componentistica protesica, rendendo la procedura chirurgica assolutamente semplice e scevra da possibilità di confusione sia per l'implantologo che per l'assistente. 

I kit chirurgici sono corredati dai lucidi con la rappresentazione grafica delle misure degli impianti
sia a dimensione reale sia a dimensioni maggiorate del 20% e del 30%, per consentire tramite analisi radiografica o tomografica la scelta degli impianti nei diametri e lunghezze più appropriati. È incluso
nel kit anche un pratico e funzionale cricchetto chirurgico che svolge anche funzione di chiave dinamometrica con controllo del torque di avvitamento da 10 Ncm a 70 Ncm ed è utilizzabile quindi
sia per l’inserimento degli impianti che per le operazioni protesiche.

SUPERFICIE ZirTi

I numerosi studi sulle superfici condotti da Sweden & Martina hanno portato allo sviluppo della superficie ZirTi, un substrato di ultima generazione ottenuto per sottrazione attraverso una sabbiatura con ossido di zirconio e mordenzatura con acidi minerali.
Oltre ad aumentare la superficie di contatto osso-impianto, la superficie ZirTi ha dimostrato di favorire
la proliferazione e la differenziazione cellulare durante i processi di neo-osteogenesi e di stimolare l’angiogenesi a distanza.

Pubblicazioni scientifiche correlate

Dominici A.

SOLIDARIZZAZIONE ELETTRONICA SU IMPIANTI A CARICO IMMEDIATO: UN CASO CLINICO IN CHIRURGIA FLAPLESS

Dental Cadmos, 79(8):545-550, 2011

Viene descritto un caso di carico immediato di una sella posteriore edentula in cui i pilastri provvisori sono stati solidarizzati con...

Prati C., Zamparini F., Ciulla A., Buonavoglia A., Gatto M.R., Piattelli A., Gandolfi M.G.

EVALUATION OF MARGINAL BONE LEVEL OF PREMIUM IMPLANTS

IADR General Session, Boston 11-14 Marzo 2015, Poster

41 pazienti hanno ricevuto 70 impianti Premium inseriti con procedura flapless vs apertura dei lembi a spessore totale. La sopravvivenza...

Canullo L., Peñarrocha Oltra D., Peñarrocha Diago M., Rocio A.G., Peñarrocha Diago M.A.

PIEZOELECTRIC VS. CONVENTIONAL DRILLING IN IMPLANT SITE PREPARATION: PILOT CONTROLLED RANDOMIZED CLINICAL TRIAL WITH CROSSOVER DESIGN

Clinical Oral Implants Research 2014; 25:1336-43

In questo studio a 1, 3, 8 e 12 settimane è stata misurata tramite valutazione di parametri ISQ la stabilità di impianti...

Negri M., Galli C., Smerieri A., Macaluso G.M., Manfredi E., Ghiacci G., Toffoli A., Bonanini M., Lumetti S.

THE EFFECT OF AGE, GENDER AND INSERTION SITE ON MARGINAL BONE LOSS AROUND ENDOSSEOUS IMPLANTS: RESULTS FROM A 3-YEAR TRIAL WITH PREMIUM IMPLANT SYSTEM

BioMed research International, 2014; Article ID 369051: 7

Questo studio clinico a 3 anni è stato condotto su 632 impianti Premium bifasici in 252 pazienti. La sopravvivenza cumulativa...

corsi correlati

Prossimo incontro
Data inizio: 19/10/2017 - Data fine: 20/10/2017

Due Carrare

CORSO TEORICO-PRATICO DI IMPLANTOLOGIA CHIRURGICA E PROTESICA CON LIVE-SURGERY

Docente: Csonka Marco

casi clinici correlati

IMPLANTOLOGIA - PROTESI IMPLANTARE

Riabilitazione protesica complessa del mascellare superiore

,

IMPLANTOLOGIA - RIGENERAZIONE OSSEA

Split crest mandibolare con ausilio di Drill Bone Expanders (D.B.E.)

IMPLANTOLOGIA - PROTESI IMPLANTARE

Caso clinico con utilizzo di P.A.D. su posteriore

,

IMPLANTOLOGIA - PROTESI IMPLANTARE

Caso clinico con utilizzo di P.A.D.

,

Approfondimenti:
Implantologia a carico immediato

Iscriviti alla newsletter

Ricevi informazioni sui corsi
e sui nostri eventi

Materiale informativo per gli studi

Abbonati a NumeriUno